Scuola Infanzia

Progetto educativo didattico

FINALITÀ

Il fine principale della Scuola dell’Infanzia cattolica è l’educazione umana e cristiana del bambino, la realizzazione della sua personalità, attraverso lo sviluppo dei doni di natura e di grazia, di cui Dio lo ha arricchito.

LA SCUOLA

  • Considera l’esistenza dell’uomo nella sua vocazione trascendentale originaria;
  • Desidera coltivare i valori dell’interiorità, della contemplazione e della preghiera, per cogliere il
    vero significato delle cose;
  • Allena a guardare la realtà, rischiarata dalla fede;
  • Sente il dovere e la necessità di educare alla fraternità e alla condivisione;
  • Vuole insegnare a vivere senza frontiere, con spirito missionario: sensibile alle sofferenze e
    gioie di tutti gli uomini;
  • Coltiva negli alunni: L’amore alla vita; L’intelligenza; La coscienza morale; Il valore della libertà;
    Il senso della giustizia; Il senso della convivenza sociale
    ;

È convinta che l’alunno si realizza attraverso la relazione interpersonale, nell’apertura agli altri e all’Assoluto;

LA SCUOLA INOLTRE SI PROPONE COME…

  • Luogo di vita del bambino;
  • Luogo di arricchimento personale, diverso e complementare rispetto a quello familiare;
  • Termine di confronto esperienziale;
  • Opportunità per una progressiva autonomia intellettuale e sociale;
  • Luogo di gioco.

“La determinazione delle finalità della Scuola dell’Infanzia deriva dalla visione del bambino come soggetto attivo, impegnato in un processo di continua interazione con i pari, gli adulti, l’ambiente e la cultura.

In questo quadro, la Scuola dell’Infanzia deve consentire ai bambini che frequentano di raggiungere avvertibili traguardi di sviluppo in ordine all’identità, all’autonomia e alla competenza”.

Orientamenti ‘91

Per realizzare un processo di sviluppo che consideri “la personalità infantile” nel suo essere e nel suo divenire, la nostra Scuola propone un Progetto Educativo in cui si fondono in armonia e complementarietà la vita, la cultura, e la fede.

COMUNITÀ EDUCANTE

Bambini, insegnanti, genitori e personale tutto, sono impegnati a dare vita alla comunità educante.
Il clima familiare di accoglienza, il servizio semplice, umile, gioioso, l’aiuto e la collaborazione fraterna, rivelano un’identità che anima religiose e laici nell’impegno di promozione umana e di evangelizzazione, in uno spirito
di vera apertura e disponibilità al messaggio di Cristo.

INSEGNANTI

Sono impegnati a vivere e a far conoscere competenze ed atteggiamenti coerenti con la propria specifica vocazione e scelta di servizio (disponibilità al ruolo educativo, competenza professionale), che dovrà essere continuamente
migliorata con l’aggiornamento individuale e collegiale e per una scelta di fede che diventa “testimonianza cristiana”.
Gli insegnanti, con la loro azione e testimonianza, hanno un ruolo di primo piano per mantenere alla Scuola Cattolica il suo carattere specifico.

Tratto da “Scuola Cattolica”, n°789

GENITORI

Nella Costituzione Italiana, l’articolo 30 recita: “È dovere e diritto dei genitori mantenere, istruire ed educare i figli”.

Essi rimangono i primi responsabili dell’educazione dei figli. La nostra Scuola si pone in armonia con l’indirizzo cattolico della istituzione e chiede ai genitori:

  • Di condividere  l’ispirazione e l’orientamento della sue linee educative;
  • Di essere disponibili a partecipare agli organismi della scuola;
  • Di collaborare in modo che fra Scuola e Famiglia vi sia unità di intenti e comuni impostazioni
    pedagogiche.

Tratto da “Scuola Cattolica”, n°43



Scarica regolamento scuola materna

Scarica modulo Iscrizione scuola materna